Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Temporary Spa tredicesima e quattordicesima

La tredicesima e la quattordicesima sono mensilità aggiuntive che il lavoratore percepisce in determinati periodi dell'anno, godendo così di una disponibilità economica aggiuntiva rispetto a quella derivante dalla normale retribuzione.

In questo articolo scopriamo insieme cosa sono le mensilità aggiuntive, chi a diritto a tali mensilità, quando e da chi vengono pagate.

La tredicesima

L'obbligo di corresponsione di una mensilità aggiuntiva della retribuzione, rispetto alle 12 annuali, è stato introdotto dal CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro) del 5/8/1937 per i soli lavoratori delle imprese industriali e in seguito, col il d.p.r. numero 1070 del 1960, per tutti i dipendenti indistintamente.

Solitamente la tredicesima viene corrisposta al lavoratore a Dicembre, in occasione di Natale, motivo per cui viene spesso denominata anche "gratifica natalizia".

Oggi hanno diritto alla tredicesima tutti i lavoratori subordinati, pubblici o privati, assunti a termine o con contratto a tempo indeterminato. 

Questa mensilità non spetta, invece ai lavoratori parasubordinati, a progetto o autonomi, nonchè ai percettori di assegno di accompgnamento.

La quattordicesima

La quattordicesima mensilità, invece, ha origini più recenti, non interessa tutti i lavoratori ma solo quelli nel cui settore è riconosciuta. 

Viene solitamente corrisposta nel periodo estivo, tra giugno e luglio e quantificata sulla base del CCNL di riferimento.

Tredicesima e quattordicesima: come si calcolano

Per calcolare l'importo della tredicesima mensilità occorre fare una semplice operazione matematica: moltiplicare la retribuzione lorda mensile per il numero dei mesi lavorati nel corso dell'anno di riferimento e dividere il risultato per dodici (numero di mesi di cui si compone un anno).

Riportiamo un esempio pratico: un lavoratore assunto ad Aprile che percepisce 1500 euro lordi, dovrà fare il seguente calcolo: 1500x9/12=1125. L'ammontare della sua tredicesima è quindi pari a 1125 euro.

Per quanto riguarda il calcolo della quattordicesima mensilità, invece, occorre fare riferimento alla retribuzione media dei dodici mesi precedenti rispetto a quello in cui viene elargita, adottando per il resto un criterio di calcolo del tutto analogo a quello della trdicesima mensilità.

Tuttavia, la quattordicesima è regolata dai contratti collettivi nazionali di lavoro. Prima di tutto questa mensilità non è prevista da tutti i contratti. Inoltre, è importante tenere in considerazione quali elementi fanno parte di tale elargizione e quali invece ne vanno esclusi.

Tredicesima e quattordicesima: chi le paga

Come già anticipato le due mensilità vengono pagate al lavoratore direttamente dal datore di lavoro nelle scadenze prefissate, Dicembre per la Tredicesima e Luglio per la Quattordicesima.

In alcuni casi, i lavoratori possono chiedere e ottenere che tale mensilità venga corrisposta mensilmente, mediante inserimento in busta paga.

Forse può interessarti anche la lettura di questo articolo: Come leggere la busta paga, la guida di Temporary

 


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy